ART. 19 SOSPENSIONE DELLA LIQUIDAZIONE DELL'ATTIVO (1)

I. Proposto il reclamo, la corte d'appello, su richiesta di parte, ovvero del curatore, può, quando ricorrono gravi motivi, sospendere, in tutto o in parte, ovvero temporaneamente, la liquidazione dell’attivo. (2)
(abrogato il secondo comma) (3)
III. L’istanza si propone con ricorso. Il presidente, con decreto in calce al ricorso, ordina la comparizione delle parti dinanzi al collegio in camera di consiglio. Copia del ricorso e del decreto sono notificate alle altre parti ed al curatore.
________________
(1) Articolo sostituito dall’art. 17 del D.Lgs. 9 gennaio 2006 n. 5. La modifica è entrata in vigore il 16 luglio 2006.
(2) Comma modificato dall’art. 2 del D.Lgs. 9 gennaio 2006 n. 5.
(3) Comma abrogato dall’art. 2 del D.Lgs. 9 gennaio 2006 n. 5.
Le modifiche (2) e (3) hanno effetto dal 1 gennaio 2008 e si applicano ai procedimenti per dichiarazione di fallimento pendenti alla data della sua entrata in vigore, nonché alle procedure concorsuali e di concordato aperte successivamente.