ART. 539 VENDITA O ASSEGNAZIONE DEGLI OGGETTI D'ORO E D'ARGENTO

I. Gli oggetti d'oro e d'argento non possono in nessun caso essere venduti per un prezzo inferiore al valore intrinseco.
II. Se restano invenduti, sono assegnati per tale valore ai creditori.